Moda & Shopping

Creare e… vestire la Storia tra sogno e realtà!

1 Ottobre, 2020

Un paio di anni fa, in occasione di “Medioevo a Valvasone” la rievocazione storica che ogni settembre si svolge per le vie del borgo, abbiamo conosciuto un’artigiana che ci ha conquistate con la sua abilità nel confezionare abiti storici studiati nel dettaglio.

Descrivere esattamente quello che accade in questi tre giorni non è facile e solo le immagini potrebbero rendere con dignità ed emozione l’idea, fatto sta che è proprio vero quanto riportato sul sito ufficiale della manifestazione “…non ti resta che viverlo, con noi! “

Ogni anno la rievocazione si caratterizza per la scelta di un tema che ruota intorno alla storia di un personaggio medievale, un eroe o un’eroina, le cui gesta riprendono vita per le strade del borgo. Si tratta di una vera e propria rappresentazione teatrale itinerante e a cielo aperto che invade Valvasone rivestendolo di antico tra sapori e odori.

Il borgo medioevale si veste a festa e da venerdì a domenica accoglie un ricco mercato medioevale. I veri protagonisti sono gli artigiani che popolano con la loro arte le vie del paese: orafi, fabbri, sarti e tessitori, amanuensi e miniatori, artisti, intagliatori catturano l’attenzione dei passanti con le loro magnifiche opere e produzioni… e in questo mercato delle meraviglie abbiamo fatto la conoscenza di Mary.

Mary

Non passa certo inosservata grazie alla lunga chioma dorata e al sorriso dolce e materno. Poi l’occhio cade sulle sue creazioni e difficilmente non si è colti da stupore: lunghi abiti colorati, curati nei dettagli, nella stoffa e nei modelli, richiamano attenzione e “invitano” le dame a farsi indossare… e così è successo anche a noi.

Il Team Veneto non ha saputo resistere e si è lasciato ammaliare da questo dolce richiamo. A distanza di un anno ha commissionato a Mary un abito in perfetto stile medievale (1300 per l’esattezza) e dopo la scelta dei tessuti avvenuta sotto l’attenta consulenza di Mariangela Chiarot, proprietaria di un negozio di tessuti e stoffe d’arte adeguati alle rievocazioni storiche e rappresentazioni teatrale, l’artigiana ha realizzato un capo di pregio.

Il suo modo solare, l’attenzione verso le richieste del cliente, ma soprattutto la grandissima professionalità e competenza, ci hanno spinte a raccontarvi qualcosa in più su Mary, artigiana, madre e donna che dimostra un’empatia davvero rara.

Buona lettura…

Chi è Mary?

Sono una fonte inesauribile di idee, nata dal bisogno primario di creare. Amo stravolgere la normalità, troppo noiosa.

Da dove nasce la passione per la creazione di abiti storici e non?

La passione nasce dalla voglia di interpretare varie personalità nell’ambiente teatrale e di conseguenza realizzarne le vesti appropriate.

Cosa ispira il confezionamento dei tuoi abiti?

L’ispirazione giunge dalla sensazione che mi arriva pensando alla persona a cui devo confezionare la veste. Penso al suo volto, al suo corpo, alle sue movenze ma anche alle sue aspettative. Amo realizzare perché è semplice, basta seguire con fiducia il proprio istinto, ovviamente anticipato dallo studio.

Parlaci della scelta delle stoffe…

Le stoffe si scelgono in base al periodo storico, allo studio degli affreschi, rispettandone il taglio, i colori e la pesantezza del tessuto.

Hai un rapporto molto forte con la natura, questo come influenza il tuo lavoro?

La natura per me è tutto il mio mondo. E ‘un riflesso costante in tutto quello che realizzo. Dall’osservare la forma di una foglia o dalla geometria di un fiore, un dettaglio, puoi cogliere, trasformare e riprodurre con ogni materiale.

Mary è anche una mamma, quanto la maternità ha cambiato la tua vita e il tuo lavoro?

La maternità ha arricchito progressivamente il mio sentire, amplificando tutti i miei sensi su ogni direzione. Lavorativamente parlando, le mie figlie mi aiutano moltissimo. Dico sempre essere le mie migliori docenti. La loro freschezza stimola continuamente idee interessanti per nuovi realizzi.

Sei particolarmente legata ad un tuo abito? Ne hai uno preferito?

Personalmente non mi sento legata al mondo materiale, di conseguenza, ho sempre il desiderio di realizzare cose diverse, senza esserne legata affettivamente.

Hai la grande capacità di “dare vita” a tessuti, ma qual è la cosa che ti piace maggiormente creare?

La stirpe nobile mi affascina più di altre e la costumazione principesca è quella che prediligo. Il suo realizzo è appagante quanto emozionante, che dire; amo tutti i sognatori e sognatrici che portano per mano il loro bambino interiore.

Segui Mary e le sue creazioni su Facebook

https://www.facebook.com/mary.dellagnese.7

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply